EDILIZIA.TV
Rated 4/5 based on 98 reviews
?
^ Torna su
IL SALTO DI CLASSE CONVIENE

L'architetto Gaetano Fasano, responsabile della Sezione Edilizia Residenziale - Terziario dell'Unità Tecnica Efficienza Energetica dell'ENEA, propone un esempio chiaro legato alla connessione fra riqualificazione energetica e conseguente risparmio in bolletta: "consideriamo di intervenire in una casa, costruita negli anni '70, sita a Roma, in un piano intermedio in un edificio non isolato, in cui i condomini abbiano optato per la realizzazione di impianto diriscaldamento autonomo per i singoli appartamenti.
Nell'appartamento in esame si potrebbe operare sostituendo gli infissi, coibentando le pareti tramite insuflaggio di isolante, cambiando la caldaia, il tutto nel rispetto del DLgs 192/05. Bene: si può stimare una riduzione dei consumi dell'ordine del 40% (si rimarca che stiamo facendo delle ipotesi). L'utente pertanto si attende un risparmio in bolletta congruente con questo valore". Questi i dati potenziali, chiaramente da abbinare ad un comportamento virtuoso dell'utente, perché laddove l'inquilino non rispetti le norme
comportamentali legate al corretto utilizzo degli impianti, le bollette non trarranno vantaggio coerente con i lavori di ristrutturazione. "Questo per dire che si può affermare che gli interventi di efficienza energetica possono migliorare la classe energetica dell'appartamento e che possono migliorarla anche di più classi; nell'esempio di cui sopra, si può ipotizzare che l'appartamento passi da un classe G, iniziale, ad una superiore (F o superiore)", continua l'architetto Fasano.
Si tratta di informazioni di rilievo considerando che, secondo le stime dell'ENEA, escludendo le nuove costruzioni solo una piccola parte del patrimonio abitativo italiano, dal 5% al 7%, si trova nelle classi energetiche efficienti: A, B, o C che, di media, consumano 75 kWh/mq l'anno, da calibrare in funzione della zona climatica in cui l'edificio si trova. Il fabbisogno medio di un'unita residenziale nel nostro Paese, invece, si attesta attorno a 180 kWh/mq di energia, il valore più alto fra i membri dell'Unione Europea.
Ed è così che si raggiunge l'altissima percentuale di inquinamento prodotta in Italia e conseguente alla scarsa qualità edile dei fabbricati: il 35,9% del totale delle emissioni.

IN PRATICA
Ma quali sono gli interventi da mettere in pratica per migliorare le prestazioni energetiche di un involucro? "Dipende dalla situazione in cui ci si trova ad operare e da come è possibile intervenire e cosa conviene fare tenendo conto del parametro costi/benefici", conferma l'architetto Fasano. "Si può far presente che l'incidenza percentuale di interventi per l'efficienza energetica per l'appartamento citato in precedenza ha un valore che può variare tra un +5% ad un +12% rispetto al costo di un intervento "tradizionale", sempre considerando che comunque negli interventi di efficienza energetica si devono rispettare gli standard prestazionali previsti dalla vigente normativa (DLga 192/05 e smi). Volendo generalizzare, e non volendo fare un discorso esaustivo, facendo riferimento ad un edificio pluriplano, l'intervento più efficace è quello di intervenire a pieno edifi- cio, ciò significa operare sul sistema edificio-impianto dando priorità all'efficienza energetica dell'involucro, (primo solaio fuori terra, facciate, copertura, infissi,ecc.) e agli impianti (sostituzione caldaia, regolazione, contabilizzazione del calore, illuminazione ecc.) non trascurando la possibilità di integrare l'intervento anche con l'utilizzo delle fonti rinnovabili. Da questo punto di vista la formazione e la professionalità degli operatori è di fondamentale importanza e sono determinati per raggiungere il risultato finale. Attenzione,quindi: non è la qualità del prodotto che rende buono un piatto ma la professionalità e la conoscenza del cuoco e del suo staff. Un buon progetto o un buon prodotto per la nostra casa può essere fortemente mortificato da una cattiva posa in opera o non adeguata applicazione". Nel dettaglio, sono tre gli interventi più efficaci per portare avanti un progetto di risanamento e un conseguente salto di qualità per l'involucro e il suo attestato energetico.

INVOLUCRO
Anche secondo l'Energy Efficiency Report, stilato dal MIP Politecnico di Milano, l'isolamento è uno dei capitoli più importanti per abbattere gli sprechi; un esempio: una villetta monofamiliare in Nord Italia con un consumo termico di 12.000 kWh all'anno, attraverso
l'isolamento delle pareti e della copertura, ottiene rispettivamente un risparmio di circa 1.400 kWh e 2.900 kWh termici, a fronte di un investimento rispettivamente di circa 3.000 e 4.800 euro.

GLI IMPIANTI
Procedendo con gli esempi pratici, in un condominio di circa 20 appartamenti con un consumo complessivo annuo di 240.000 kWh termici, l'adozione di una caldaia a condensazione comporta un investimento di circa 25.000 euro l'anno, che dà luogo ad un risparmio annuo in bolletta di circa 3.500 euro.

LE RINNOVABILI
In attesa che venga applicato il Quinto Conto Energia e quindi aspettando di registrare i primi risultati concreti legati alla sua convenienza, rimane comunque evidente l'efficacia degli impianti fotovoltaici e solari termici nei confronti dell'ecosistema e, quindi, della riduzione delle emissioni inquinanti.


CHIUDI
Informativa ai sensi della legge 30 Giugno 2003 N.196 e sue successive modificazioni: "Codice in materia di protezione dei dati personali".
Con la compilazione del modulo d'ordine, acquisite le informazioni di cui all'art.13 della legge 196/03, il cliente acconsente a mettere a disposizione i suoi dati personali che saranno utilizzati ai soli fini commerciali, fiscali, amministrativi e informativi inerenti la nostra attivita'.
Ai sensi della citata legge, Edilizia.Tv - Via Europa, 108, 31040 Giavera del Montello (TV) - tel. 0422.775465 - fax 0422.882380 - p.iva: 04452480264 , con riferimento ai dati personali acquisiti o che verranno acquisiti in relazione ai rapporti contrattuali intercorsi col cliente o a quelli che potranno esclusiva finalita' di poter svolgere in modo adeguato la propria attivita' economica; che i dati personali sono e saranno trattati in modo lecito, secondo correttezza e nel rispetto della citata legge, sia con sistemi informatizzati che cartacei; la raccolta dei dati personali ha natura obbligatoria, dovendosi dar corso anche agli adempimenti di legge fiscale; i dati potranno essere comunicati ad organizzazioni terze (banche, enti assicurativi, corriere espresso) esclusivamente per lo svolgimento del nostro rapporto e nell'ambito degli incarichi a noi conferiti; ai sensi dell'art. 7 della legge 196/03 ricordiamo inoltre che in ogni momento sara' possibile avere accesso ai propri dati personali, modificarli, cancellarli o opporsi al loro utilizzo scrivendo con posta raccomandata a:
Edilizia.Tv - Via Europa, 108, 31040 Giavera del Montello (TV) - tel. 0422.775465 - fax 0422.882380 - p.iva: 04452480264